Didattica

Cerca

Login

IAFN

Iscriviti alla nostra News Letter

Home Notizie I medici volevano decidere per tutti. L'IPASVI e noi abbiamo detto NO!
I medici volevano decidere per tutti. L'IPASVI e noi abbiamo detto NO! PDF Stampa E-mail
Scritto da Uffcio di Presidenza AIILF   
Martedì 23 Gennaio 2018 18:54

Venerdì 12 gennaio si è svolta a Roma, presso la sede della SIRM, Società Italiana di Radiologia Medica, un incontro promosso dal Sindacato Medici Legali.

All'incontro, richiesto per discutere delle modifiche alla gestione degli albi periti presso i Tribunali italiani a seguito della legge 24/17, era stata invitata la Federazione Nazionale Collegi IPASVI.

La Federazione, che ringraziamo, ha ritenuta necessaria la nostra presenza in qualità di esperti.

Presenti anche le Federazioni delle Ostetriche e dei TRSM, insieme all'associazione che raccoglie le istanze di tutti gli altri professionisti sanitari.

In politichese l'incontro verrebbe detto “interlocutorio”.

Ma non siamo avvezzi ad usare il politichese, abbiamo sempre parlato chiaro.

La FNOMCeO ha presentato la propria bozza di accordo con il CSM (Consiglio Superiore della Magistratura). Un protocollo dove, stranamente, si mirava a ridimensionare la portata della legge 24/17, riportando di nuovo tutto e tutti sotto il controllo dei soli medici legali.

Opzione quindi respinta con forza dalla FNC IPASVI e dall'AIILF.

Coerentemente con quanto fatto questi anni, e con l'appoggio della Federazione, abbiamo inviato una serie di note su quella bozza. Note che l'IPASVI potrà utilizzare come base per il futuro, avendo scelto di confrontarsi direttamente col CSM, senza nessun interlocutore medico, vivaddio!

Ora non ci resta che attendere, prepararsi, e continuare a lottare per questo sacrosanto diritto: essere professionisti anche in caso di giudizio.

La strada ormai è quella, inutile negarlo. L'art.15 della Legge 24/17 riconosce a noi infermieri legali e forensi il diritto all'apertura degli albi in ogni tribunale ed agli infermieri quello di farsi valutare professionalmente solo ed esclusivamente da un collega,

Con buona pace della classe medica.

 

Notizie flash

Iscriviti all'Associazione

SONO APERTE LE ISCRIZIONI 2017

 

Possono iscriversi all'AIILF tutti i professionisti sanitari, anche non infermieri. Gli infermieri che hanno già acquisito il master in infermieristica legale e forense, o equipollente, possono iscriversi come SOCI ORDINARI, gli altri come SOCI SOSTENITORI.

Per diventare soci AIILF è sufficiente scaricare il modulo di iscrizione (FORMATO WORD COMPILABILE o FORMATO PDF) o richiederlo alla mail dell'associazione.
Versare la quota associativa, inviare ricevuta di versamento della quota di associazione e il modulo di iscrizione compilato in ogni sua parte via mail o fax o raccomandata.

Riferimenti per il versamento:

Bonifico bancario: iban IT 11 J 07601 14200 001013780828

Bollettino postale: c.c. 1013780828

Conto corrente postale intestato ad AIILF - Associazione Italiana Infermieri Legali e Forensi

filiale di Siena


La quota associativa per il 2017 rimane di:

- 25€ per i soci ordinari (in possesso del master in Infermieristica Legale e Forense o equipollente)

- 15€ per i soci sostenitori

E' preferibile poi confermare la propria mail inviando un messaggio al Presidente in quanto la maggior parte delle comunicazioni avverranno con tale mezzo.

Ultimi Articoli





Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.