Didattica

Cerca

Login

IAFN

Iscriviti alla nostra News Letter

Home Risorse Materiale interessante dall' Associazione OMS, 1 mld bimbi e adolescenti vittime di forme di violenza
OMS, 1 mld bimbi e adolescenti vittime di forme di violenza PDF Stampa E-mail
Scritto da Ufficio di Presidenza   
Lunedì 18 Luglio 2016 11:24

I dati diffusi dall'OMS sono inquietanti. Secondo le loro stime lo scorso anno oltre un miliardo di bambini e adolescenti, circa la metà del totale, hanno subito qualche forma di violenza nel mondo, con un quarto di questi vittima di abusi fisici.

Ll'Oms ha appena lanciato un progetto per combattere il fenomeno.

L'omicidio, ricorda l'organizzazione, è tra le prime cinque cause di morte per gli adolescenti, e quasi una ragazza su cinque nella propria vita ha avuto almeno una violenza sessuale. Diffusissima anche la violenza sessuali sui maschi, uno su 13.

Le violenze, spiega il documento, possono avere conseguenze durature sullo sviluppo neurologico e sulla salute di chi le subisce, con una predisposizione maggiore all'abuso di alcol e droghe, al fumo e persino all'inattivita' fisica. Anche alcune malattie come diabete e cancro hanno una maggiore prevalenza in chi da piccolo ha subito abusi. "Le informazioni sull'estensione del fenomeno stanno crescendo - spiega Etienne Krug, direttore dell'Oms - ora dobbiamo usarle per costruire un ambiente sicuro, stabile e che permetta una buona crescita proteggendo i bambini e gli adolescenti dai crimini violenti". Tra le misure da adottare, spiegano gli esperti, al primo posto c'e' l'adozione di piu' leggi che proteggano i piccoli, ad esempio limitando l'accesso alle armi e punendo i genitori che abusano dei figli, serve pero' anche un cambiamento culturale, che elimini alcuni stereotipi di genere. Il contrasto alla violenza passa anche dalla costruzione di 'ambienti sicuri' per i piu' piccoli, con l'eliminazione di eventuali 'hotspot' particolarmente rischiosi, dal supporto, anche economico, per le famiglie, dalla rieducazione dei giovani violenti e in generale da una maggiore educazione. L'iniziativa vede tra i partner anche il Cdc americano, a cui si deve la stima sul numero di vittime pubblicata sulla rivista Pediatrics. "Per la violenza serve lo stesso approccio che si ha per malattie come Hiv o Zika - spiega al Washington Post il direttore Tom Frieden - bisogna concentrarsi su cio' che funziona. E per ognuna delle sette strategie ci sono numerosi interventi che sono stati testati e messi in pratica".


Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Luglio 2016 11:30
 

Notizie flash

AGGIORNAMENTO SITO

BENVENUTI!

IL SITO E' IN COSTANTE AGGIORNAMENTO!!

OGNI GIORNO VENGONO PUBBLICATI NUOVI ARTICOLI E PROPOSTE CHE TROVERETE, IN PARTICOLARE, NELLA SEZIONE "RISORSE"

Ultimi Articoli





Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.