Didattica

Cerca

Login

IAFN

Iscriviti alla nostra News Letter

Home
AILF
Concordato sulle competenze avanzate degli infermieri - il testo completo PDF Stampa E-mail
Scritto da Eugenio Cortigiano   
Martedì 15 Aprile 2014 12:07

Bozza di Accordo, ai sensi dell’art. 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano, recante ridefinizione implementazione e approfondimento delle competenze e delle responsabilità professionali dell’infermiere e dell’infermiere pediatrico

 

VISTI gli articoli 2, comma 2, lettera b), e 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, che affidano a questa Conferenza il compito di promuovere e sancire accordi tra Governo e regioni, in attuazione del principio di leale collaborazione, al fine di coordinare l’esercizio delle rispettive competenze e svolgere attività di interesse comune;

 

VISTO il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, recante “Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell'articolo 1 della legge 23 ottobre 1992, n. 421”, e successive modificazioni ;

 

VISTO il decreto del Ministro della sanità 14 settembre 1994, n. 739, “Regolamento concernente l’individuazione della figura e relativo profilo professionale dell’infermiere”;

 

VISTO il decreto del Ministro della sanità 17 gennaio 1997, n. 70, “Regolamento concernente l’individuazione della figura e relativo profilo professionale dell’infermiere pediatrico”;

 

VISTA la legge 26 febbraio 1999, n. 42, “Disposizioni in materia di professioni sanitarie”;

 

VISTA la legge 10 agosto 2000 n. 251, “Disciplina delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione nonché della professione ostetrica”, e successive modificazioni;

 

TENUTO CONTO del riparto di competenze fra Stato e regioni, così come delineato dalla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, che ha modificato il Titolo V della Costituzione;

 

TENUTO CONTO che il Piano sanitario nazionale 2012-2014, la cui proposta è stata approvata dalla Conferenza Stato-regioni, al punto 1.6 prevede lo sviluppo di nuove competenze e responsabilità da parte delle professioni sanitarie infermieristiche, ostetrica, tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, consolidando quanto già in atto nel nostro Paese ed uniformandosi così agli altri sistemi europei;

 

VISTA la richiesta inoltrata dalla Commissione Salute per il tramite della Regione del Veneto, coordinatrice della stessa, al Ministero della salute con nota prot. n. 458704 del 5 ottobre 2011, di avviare un tavolo congiunto per la verifica dei profili professionali sanitari esistenti in un’ottica di ampliamento delle competenze dei professionisti;

 

RAVVISATA l’esigenza del Ministero della salute e delle regioni di promuovere la diffusione sul territorio nazionale di modelli organizzativi e professionali, positivamente sperimentati e già patrimonio condiviso in alcune regioni;

 

CONSIDERATO che il Ministero della salute ha verificato la necessità di sviluppare le competenze dei professionisti della sanità e di prevedere l’istituzione di aree di specializzazione in attuazione dell’articolo 6 della legge 1° febbraio 2006, n. 43;

 

CONSIDERATA la costante e profonda evoluzione nei settori scientifico, epidemiologico, demografico, formativo, professionale nonché lo sviluppo dell’informatizzazione e delle tecnologie con conseguente rimodulazione dei processi assistenziali e dei modelli organizzativi in ambito sanitario e socio sanitario;

 

TENUTO CONTO delle osservazioni espresse dalle rappresentanze professionali e sindacali interessate;

 

SANCISCE ACCORDO

 

tra il Governo e le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, nei seguenti termini:

 

Art. 1

(Oggetto)

1. Il presente Accordo, in relazione alle aree di intervento di cui all’articolo 2, definisce le modalità e i percorsi validi su tutto il territorio nazionale per riconoscere e promuovere lo sviluppo delle competenze e delle responsabilità professionali dell’infermiere e dell’infermiere pediatrico al fine di favorire lo sviluppo delle funzioni professionali in correlazione con gli obiettivi di educazione, prevenzione, cura, assistenza e riabilitazione previsti dalla programmazione sanitaria nazionale e regionale.

2. Le esperienze avanzate, già in essere in alcune regioni o aziende, sono ricondotte alle modalità e ai percorsi definiti dal presente accordo.

 

Art. 2

(Aree di intervento)

1. Sono individuate le seguenti aree di intervento:

a) AREA CURE PRIMARIE – SERVIZI TERRITORIALI/DISTRETTUALI

b) AREA INTENSIVA E DELL’EMERGENZA URGENZA

c) AREA MEDICA

d) AREA CHIRURGICA

e) AREA NEONATOLOGICA E PEDIATRICA

f) AREA SALUTE MENTALE E DIPENDENZE

 

Art. 3

(Modalità e percorsi per lo sviluppo delle competenze professionali)

1. Lo sviluppo delle competenze e delle responsabilità, basato sulla formazione, sulla ricerca e sull’esperienza professionale acquisita in ambito lavorativo, ha come riferimento le normedeontologiche, le disposizioni normative e amministrative relative ai contenuti dei profili professionali e gli ordinamenti formativi universitari, nonché le scelte di programmazione nazionale e regionale, per migliorare la presa in carico della persona, la continuità assistenziale fra ospedale e territorio, il governo dei bisogni assistenziali, sanitari e socio sanitari delle persone, delle famiglie e della comunità assistita

2. Le regioni e le province autonome, previo confronto con le rappresentanze professionali e sindacali, definiscono, all’interno del processo di accreditamento professionale, i criteri per lo sviluppo delle competenze degli infermieri e la conseguente revisione dei modelli organizzativi, sia ospedalieri che territoriali, a iniziare dall’organizzazione dei presidi ospedalieri per intensità di cure e dai modelli per complessità assistenziale, in relazione alle esigenze regionali e professionali.

3. Con riferimento al comma 2, le regioni e le provincie autonome, sulla base di una specifica intesa con le rappresentanze sindacali e professionali, definiscono, in collaborazione con l’università, entro 180 giorni dall’approvazione del presente Accordo, i percorsi attuativi e i criteri per riconoscere pregresse specifiche esperienze, nonché i percorsi formativi da effettuarsi in ambito regionale o aziendale, anche ai fini dell’attribuzione dei crediti formativi universitari (CFU).

4. Le regioni e le province autonome inviano al Ministero della salute la documentazione relativa ai percorsi di cui al presente articolo.

 

Art. 4

(Formazione e sperimentazione )

1. Con decreto del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca scientifica, di concerto con il Ministero della salute, e d’intesa con le regioni e province autonome, sono emanati gli indirizzi per dare corso alla formazione dell'infermiere specialista, in attuazione dell’articolo 6, comma 1, lettera c), della legge 1° febbraio 2006, n. 43, nonché i criteri per il riconoscimento dei crediti formativi universitari (CFU) relativi ai percorsi pregressi effettuati dalle regioni e dalle province autonome di Trento e Bolzano. In relazione all’attuazione delle modalità e dei percorsi di cui all’articolo 3 sono inoltre rivisitati i piani di studio delle Lauree, delle Lauree Magistrali e dei Master universitari di I e II livello.

2. Le regioni e le province autonome promuovono specifiche e innovative sperimentazioni clinico-assistenziali, gestionali e formative, in ottemperanza alle modalità e ai percorsi di cui all’articolo 3 e ai processi formativi di cui al precedente comma 1, avendo come riferimento una moderna ed efficace integrazione delle competenze all’interno di equipe multi-professionali.

 

Art. 5

(Governo dell’evoluzione professionale, formativa e organizzativa nel Ssn)

1. Per promuovere lo sviluppo omogeneo delle competenze professionali e dei conseguenti modelli organizzativi nel Servizio sanitario nazionale nonché per promuovere e diffondere le buone pratiche, presso il Ministero della salute è istituito l’Osservatorio nazionale delle buone pratiche professionali e organizzative, cui partecipano i rappresentanti del Ministero della salute, i rappresentanti delle regioni, le rappresentanze professionali e sindacali. L’Osservatorio, valutata la documentazione pervenuta ai sensi dell’articolo 3, esprime pareri motivati al fine di promuovere lo sviluppo omogeneo nel Servizio sanitario nazionale. L’Osservatorio ha facoltà di organizzare i propri lavori secondo le modalità operative e le priorità che riterrà opportuno individuare. Il Ministero della salute è incaricato della diffusione dei pareri dell’Osservatorio.

 

Art. 6

(Clausola finanziaria)

1. Dal presente Accordo non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

Ultimo aggiornamento Martedì 15 Aprile 2014 12:08
 
Il discorso di apertura del 4° Congresso Nazionale AIILF ed i saluti del Presidente AIILF PDF Stampa E-mail
Scritto da Eugenio Cortigiano   
Sabato 12 Aprile 2014 08:16

Gentili soci, colleghi ed amici AIILF, graditissimi ospiti,

desidero porgervi il più cordiale saluto ed il mio sincero ringraziamento, per essere oggi presenti così numerosi a questa prima giornata del 4° congresso nazionale dell’Associazione Italiana Infermieri Legali e Forensi, organizzato nella splendida cornice di Ferrara, in questa sala estense gentilmente offerta dal Comune e sulla quale sono purtroppo visibili i danni che questa città ha dovuto subire dal terremoto prima e dalle piogge intense dopo.

Organizzare oggi un congresso non è assolutamente facile: la situazione economica in cui versa il nostro paese è nota a tutti e ben si comprende la grande difficoltà che si incontra nel riuscire a reperire i fondi.

Ringrazio quindi particolarmente i colleghi che giungono da lontano, dalla Sardegna, dalla Campania, dalla Puglia e dalla Sicilia, come i nostri fantastici rappresentanti di AIILF Sicilia ed i loro conterranei. Un doveroso ringraziamento alla segreteria organizzativa FORMAT per l’impegno profuso, ai Collegi IPASVI di Ferrara e di Bologna, alla Federazione Nazionale, all’azienda sanitaria di Ferrara, che hanno concesso il loro patrocinio, alla UNINT con la quale collaboriamo per tutti i master infermieristici e allo sponsor, Nursind, che con il suo contributo ha permesso la realizzazione di questo evento.

Ultimo grazie, ma soltanto perchè particolare, alle colleghe ZANAGA MICHELA, MILANI SONIA, PADOAN MONICA. MODA MILVA e PIVA DANIELA, che qualcuno ha già maliziosamente rinominato le alfine, che forniranno tutto il supporto di cui avremo bisogno.

Il programma scientifico di questo congresso ritengo sia molto stimolante e nello specifico, accanto a tematiche di recente ma consolidata tradizione, approfondirà argomenti innovativi, che necessitano di una puntuale disamina alla luce delle novità attualmente presenti; la nostra è una specializzazione che. in tempi brevi, ha fatto passi da gigante. Il nostro dovere è camminare con lo stesso passo per non rimanere indietro.

Sono particolarmente orgoglioso del numero e della qualità dei lavori scientifici e delle relazioni che andremo ad ascoltare.

Sono certo quindi che il congresso offrirà validi spunti di discussione e sono sicuro che ciascuno dei partecipanti potrà tornare a casa arricchito.

Se mi permette vorrei per una volta dilungarmi un momento sull’associazione.

Nel 2013 l’AIILF non ha promosso il consueto congresso nazionale.

Ma proprio per non perdere il famoso passo è stato necessario, da parte del Direttivo, prendere importanti decisioni e provvedimenti. Attività che, anche per la lentezza e farraginosità della burocrazia ci hanno impedito, seppure a malincuore, di dedicare energie e tempo all’organizzazione del congresso 2013.

L’AIILF si è rinnovata esteriormente in maniera profonda, ma ancora più radicalmente al suo interno.

Non è cambiato solo il simbolo o il nome, che adesso contiene la parola “Italiana”, in considerazione della vocazione nazionale dell’associazione. E' stato deliberato e registrato un nuovo statuto, molto più lineare e contestualizzato, è stato riorganizzato il sito attuale e lo potete constatare dalla quantità di articoli adesso presenti e che giornalmente pubblichiamo anche sui social network, così come stiamo lavorando al nuovo sito, aiilf.it, che sarà operativo a breve, sono stati standardizzati dei processi interni che consentono a tutto il direttivo di essere presente nei rapporti con soci e colleghi.

Ruberò solo pochi minuti per fare il punto su quello che l’AIILF ha fatto in questi ultimi 12 mesi.

Le linee programmatiche che l’attuale direttivo AIILF sin dal suo insediamento si era proposto sono state quasi tutte realizzate:

Abbiamo oramai consolidato i rapporti con le più importanti società scientifiche, abbiamo intensificato gli stessi con le Università e con molti collegi IPASVI.

Molti dei soci AIILF fanno parte degli albi CTU che abbiamo aperto ormai in molti tribunali italiani.

Alcuni componenti dell’attuale direttivo sono docenti al master UNINT in infermieristica legale e forense.

Così come aumentano sempre più le richieste da parte di colleghi ed avvocati per operazioni peritali che tradizionalmente erano demandate ai soli medici legali.

Posso inoltre comunicarvi, in anteprima assoluta, che l’AIILF collaborerà, sin dal 2014, con una agenzia nazionale per le vittime di errori sanitari, la Risarcimed, agenzia che raccoglie tutte le professionalità legate al mondo sanitario e giuridico. La componente infermieristica sarà quindi di nostra totale competenza.

Sono stati individuati dei delegati regionali, con una prima apertura di AIILF Sicilia, questo al fine di avere una pluralità culturale di più soggetti per concorrere alla diffusione dell’infermieristica legale e forense sul territorio. Supportati dall’associazione, hanno organizzato corsi ed eventi scientifici, il coordinatore Vincenzo D’Agate li illustrerà con dovizia più tardi, e auspichiamo per il 2014 che altri li imitino.

Il buon livello scientifico che l’AIILF in pochi anni ha raggiunto è dimostrato dal fatto che la stessa è stata e continua ad essere presente con corsi, relazioni e letture, nei congressi delle più prestigiose società scientifiche ed associazioni.

Come si può quindi intuire, Il direttivo AIILF, in questo ultimo anno ha lavorato alacremente, sia sul piano organizzativo che scientifico, come testimoniato dalle numerose riunioni effettuate e questo ha fatto si che l’associazione potesse essere conosciuta ed apprezzata.

Un aiuto fondamentale è arrivato da Fabio Prudenzano, il nostro super legale di fiducia. L’apporto che ha fornito tramite il suo studio e l’aiuto nel gestire le richieste più particolari sono stati preziosi e puntuali.

E’ quindi con orgoglio e soddisfazione che il Direttivo AIILF ha deciso di concedergli il titolo di socio onorario, come piccolo atto di ringraziamento.

Non voglio più tediarvi.

Tanta strada è stata fatta, ma tanta ne rimane ancora da percorrere, con la soddisfazione e la gioia delle mete raggiunte e con lo sguardo attento a nuovi obiettivi che potranno essere realizzati con l’impegno costante e la partecipazione attiva di tutti.

Desidero ringraziare quindi tutti i soci, i membri attivi ed i componenti del Direttivo, per i successi raggiunti.

Un grazie ad ognuno di voi per il sostegno e il contributo che mi avete voluto dare in questi anni, sicuramente stimolanti e densi di soddisfazioni.

Ringrazio tutti voi per la pazienza e dichiaro aperto il 4° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Infermieri Legali e Forensi.

Buon lavoro.

 

Il Presidente AIILF Eugenio Cortigiano

 
Programma definitivo 4° Congresso Nazionale AIILF PDF Stampa E-mail
Scritto da Eugenio Cortigiano   
Martedì 04 Febbraio 2014 19:25

Sono aperte le iscrizioni al 4° Congresso Nazionale AIILF.

Modalità di iscrizione e programma provvisorio sono disponibili

cliccando qui.

Per un errore tipografico in locandina è indicato erroneamente il termine del 28 febbraio come termine ultimo per le iscrizioni a prezzo standard. Tale termine è in realtà il 29 marzo.

Scheda di iscrizione e manifesto sono scaricabili cliccando qui.


Il numero telefonico di FORMAT da contattare è 0533/713275


Ultimo aggiornamento Sabato 15 Marzo 2014 18:04
 
Convenzione AIILF - LUSPIO PDF Stampa E-mail
Scritto da Eugenio Cortigiano   
Giovedì 26 Settembre 2013 13:47

Per i master sanitari LUSPIO è stata prorogata al 31 gennaio la scadenza per le iscrizioni.

I soci AIILF, in base alla presente Convenzione, potranno fruire di uno sconto del 50% rispetto alla quota normalmente stabilita dai relativi bandi per i Master e per i Corsi di specializzazione e perfezionamento in ambito sanitario in modalità telematica (FAD) attivati dall’Università.

 

Per conoscere l'offerta formativa di LUSPIO visitate il loro sito a questo indirizzo.

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Gennaio 2014 12:28
 
IV° Congresso Nazionale AIILF - 1° comunicazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Eugenio Cortigiano   
Giovedì 21 Novembre 2013 14:47

IV° Congresso Nazionale AIILF
Ferrara, 3-4 aprile 2014

Si parlerà delle "strade" e delle "direzioni" da seguire dopo aver conseguito il master insieme ad avvocati, giudici, forze dell'ordine e colleghi di tutta Italia; ma come al solito verrà dato ampio spazio alla discussione ed alle domande dei presenti.

Seguite la pagina Facebook dell'AIILF ed il sito per essere aggiornati sul programma definitivo e sulle modalità di iscrizione.

Il Congresso sarà accreditato ECM.

Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Novembre 2013 15:44
 
Convenzione AIILF - LUSPIO PDF Stampa E-mail
Scritto da Eugenio Cortigiano   
Giovedì 26 Settembre 2013 13:15

 

FINALMENTE ATTIVA LA CONVENZIONE TRA AIILF E LUSPIO - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI INTERNAZIONALI DI ROMA - UNINT

 

I soci AIILF, in base alla presente Convenzione, potranno fruire di uno sconto del 50% rispetto alla quota normalmente stabilita dai relativi bandi per i Master e per i Corsi di specializzazione e perfezionamento in ambito sanitario in modalità telematica (FAD) attivati dall’Università.

 

Per conoscere l'offerta formativa di LUSPIO visitate il loro sito a questo indirizzo.

Ultimo aggiornamento Martedì 01 Ottobre 2013 15:07
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 25

Notizie flash

AGGIORNAMENTO SITO

BENVENUTI!

IL SITO E' IN COSTANTE AGGIORNAMENTO!!

OGNI GIORNO VENGONO PUBBLICATI NUOVI ARTICOLI E PROPOSTE CHE TROVERETE, IN PARTICOLARE, NELLA SEZIONE "RISORSE"

Ultimi Articoli


Pubblicità

Link consigliati:


Ultime notizie

I più letti


Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps Valid XHTML and CSS.